Insight

Comunicazioni multicanale critiche contro gli attacchi di tipo skimming

Quando si verificano attacchi di tipo skimming, è fondamentale che le banche riescano non solamente a identificare in modo rapido gli ATM compromessi, ma anche ad avvisare immediat

November 02 2016

Con l'espansione globale della rete ATM, lo skimming rimane una delle principali preoccupazioni per chi lavora nel settore della sicurezza bancaria, ovunque si trovi. Tanto nei Paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo, le banche restano alla ricerca di nuovi modi e tecnologie per prevenire lo skimming, nonché per ridurre i danni comunicando in modo critico ed efficace con le vittime.

Secondo il rapporto Retail Banking Research, nel 2020 saranno operativi 4 milioni di ATM, contro i soli 2 milioni del 2009. Nonostante si parli sempre più spesso di una società priva di denaro contante, ogni anno assistiamo a un notevole aumento del quantitativo di denaro prelevato tramite ATM.

Secondo KrebsonSecurity, nel 2015 sia in Europa che in America il numero di ATM attaccati con tecniche di skimming è cresciuto notevolmente rispetto al 2014, e sembra che la tendenza stia proseguendo anche nel 2016.

Lo scorso anno il FICO Card Alert Service, che monitora centinaia di migliaia di ATM negli USA, ha registrato un record di compromissioni di ATM. Gli ATM non bancari (quelli posizionati nei supermercati) si sono dimostrati i più rischiosi. In Europa, lo scorso anno sono stati segnalati 18.738 attacchi di qualsiasi tipo, il 19% in più rispetto all'anno precedente. Il dato equivale a 51 attacchi per 1000 ATM.

Molti skimmer installano videocamere nascoste che gli consentono di rubare il PIN delle vittime. Altri attacchi sfruttano la vulnerabilità delle strisce magnetiche. Esistono poi le celebri frodi che prevedono che l'ATM mostri un messaggio che spinga il cliente a credere che il denaro non verrà elargito. La vittima lascia l'ATM convinta che il prelievo non verrà addebitato. Invece, il denaro viene sottratto e raccolto in seguito dai fautori della frode.

IN CASO DI CRISI, PENSA MOBILE!

In situazioni come queste, è fondamentale che la banca non solo riesca a identificare gli ATM compromessi il prima possibile, ma anche che possa avvisare le potenziali vittime immediatamente e avviare una rapida procedura di controllo dei danni. Solitamente, la banca blocca tutte le carte che hanno interagito con l'ATM coinvolto in un certo arco di tempo, per poi emetterle nuovamente.

Per assicurarsi che il cliente sia informato in modo adeguato e proattivo su quanto fatto dalla banca per proteggerlo, è fondamentale essere in grado di lanciare immediatamente una campagna rivolta a un ristretto gruppo di clienti.

La domanda è dunque: come progettare ed eseguire tale campagna nel migliore dei modi?

I clienti moderni sono sempre più spesso in movimento, e sempre con il cellulare in mano. Chi pensa a comunicare con i clienti non può non adottare un approccio mobile, specialmente quando ha bisogno di farlo in modo tempestivo. Ogni giorno, un utente di smartphone medio interagisce con il proprio cellulare più di 200 volte al giorno. Le comunicazioni e le notifiche caratterizzate da tempi critici tendono a passare da cellulare, così che abbiano maggiori probabilità di raggiungere l'utente.

CAMPAGNE MULTICANALE PER RAGGIUNGERE UTENTI SU PIÙ DISPOSITIVI

In uno scenario comune, la banca vorrà una campagna rapida, che preveda l'invio di un messaggio urgente su tutti i canali che l'utente utilizza: SMS, chiamata, email, notifica tramite app ecc. Questo approccio ha le maggiori probabilità di recapitare un messaggio urgente nel minor tempo possibile, informando il cliente di qualsiasi rischio relativo allo skimming o di qualsiasi azione intrapresa dalla banca per prevenire ulteriori danni.

Controllare i danni in modo rapido e proattivo è fondamentale per qualsiasi istituto finanziario: ecco perché le soluzioni di comunicazione multicanale moderne non si limitano a consentire di recapitare il messaggio tramite il canale scelto dal cliente. Tramite un'interfaccia di gestione esaustiva che unisce analisi in tempo reale finalizzate alla soluzione e una panoramica completa sull'attività di messaggistica, le banche possono inviare comunicazioni di emergenza in modo rapido e proattivo.

Funzionalità come i placeholder consentono di creare un messaggio personalizzato e adatto per più canali e dispositivi. I moduli di analisi e creazione di report aiutano ad accedere a informazioni pertinenti in tempo reale.

E per avere una panoramica dettagliata di campagne e spese, c'è bisogno anche di report automatizzati ricorrenti. Infine, per eseguire campagne di comunicazione critiche, è fondamentale anche avere una bacheca sulle performance interamente personalizzabile.

Lanciando una campagna multicanale da un unico luogo e unificando tutti i canali di comunicazione, puoi recapitare le comunicazioni nella massima tempestività tenendo al contempo a mente le preferenze e i comportamenti passati del cliente.

PROVA OGGI LE NOSTRE FUNZIONALITÀ MULTICANALE

CONTATTACI