Enterprise

La guida agli SMS per chi si occupa di marketing: 2° parte - Consigli e best practice

Qualche consiglio per ottenere il massimo dalle tue campagne di marketing SMS.

September 19 2016

C'È UN MODO GIUSTO, UN MODO SBAGLIATO E UN MODO SBAGLIATISSIMO DI FARE MARKETING CON GLI SMS

Ora che abbiamo gettato le basi tecniche sugli SMS, parliamo di best practice. Come per qualsiasi altra tattica di marketing, esistono modi giusti, sbagliati e sbagliatissimi di fare marketing con gli SMS. Questo articolo mette insieme alcuni consigli offerti da esperti di marketing SMS (e marketing online) per guidarti sul sentiero del buon marketing SMS e tenerti fuori dai guai.

La prima cosa è anche la più importante, nonché la principale ragione che mette nei guai chi si occupa di campagne di marketing SMS: ottenere il consenso dei destinatari.

Il consenso è fondamentale

Esempio di utilizzo di un Opt out per annullare l'iscrizione a un servizioOgni blog post, ebook e whitepaper sul marketing SMS parte da questo fondamentale passaggio: ottenere il pieno consenso delle persone che si iscrivono per ricevere i tuoi messaggi. Devi assicurarti che i clienti sappiano:

  • Che potrebbero applicarsi le tariffe per il traffico dati o di SMS
  • Con che cadenza invierai loro messaggi (quante volte al giorno, e se la frequenza può essere modificata)
  • Quando invierai messaggi (a che ora del giorno)
  • Che tipo di contenuti invierai (e se possono scegliere contenuti differenti)
  • Come annullare l'iscrizione alla ricezione dei messaggi

In quasi tutti i Paesi i clienti devono iscriversi per ricevere messaggi commerciali, e sta a te ottenere tale consenso e mantenere un registro delle persone che te lo hanno fornito. Controllare periodicamente che i clienti vogliano ancora ricevere i tuoi messaggi è quindi persino una buona idea. Inviando SMS indesiderati o senza aver ottenuto il consenso del destinatario puoi incorrere in multe salatissime, o può esserti impedito di inviare SMS in futuro. La politica di rivelare da subito tutte le informazioni pertinenti al momento di iscriversi alla ricezione di SMS paga: a nessuno piacciono le sorprese, e dando più informazioni all'inizio aumenterai le probabilità che il pubblico continui a ricevere i messaggi.

Apporta sempre valore

Una volta ottenuto il consenso del pubblico, devi assicurarti di apportare valore con ogni SMS che invii. Qualcuno ha scelto di ricevere i tuoi messaggi perché ha pensato di poterne ricavare qualcosa. Che si tratti di informazioni, coupon, sconti, offerte o qualcos'altro, ora hai la sua attenzione: il tuo compito è fare in modo che non vada sprecata.

Un modo semplice di assicurarti che i tuoi messaggi siano sempre pertinenti è fare in modo che i destinatari possano impostare i messaggi che preferiscono ricevere. Ecco alcune semplici cosa che puoi fare:

  • Far scegliere alle persone quanti messaggi ricevere ogni giorno, e a che ora del giorno. Qualcuno potrebbe voler ricevere un solo messaggio al mattino, altri ricevere un SMS immediato in caso scatti una notifica.
  • Lascia che il tuo pubblico scelga da sé. Alcune persone vogliono ricevere solamente coupon, altre sono interessate ai tuoi ultimi prodotti.

Facendo scegliere loro, li metti in controllo del tipo di SMS che vengono loro recapitati, così che sia più probabile che continuino a desiderare di riceverne. Se li obblighi a scegliere tra tutto o niente, improvvisamente farai sembrare il niente un'ottima scelta.

Resta conciso

Un SMS può contenere 160 caratteri (non parole): se includi le istruzioni per annullare l'iscrizione in ciascun messaggio, probabilmente ti rimarranno 140/150 caratteri. È uno spazio sufficiente per dire molte cose (i messaggi di Twitter contengono un massimo di 140 caratteri), ma devi dosare con cura il tuo messaggio. Se puoi, evita di mandare due messaggi, e cerca di non usare troppe abbreviazioni (abbreviazioni standard come Ven per venerdì sono perfettamente accettabili). Con le dovute (ma rare) eccezioni, i brand non possono abbreviare i propri messaggi utilizzando lo slang tipico di Twitter e degli SMS. Quindi... qnd invii 1 msg a qlc1, usa parole reali. Puoi anche suddividere messaggi più lunghi in 2 o più messaggi, ma fallo con molta cautela. Per quanto gli schermi dei cellulari siano molto più grandi ora che nella prima era degli SMS, la maggior parte delle persone non si aspetta di leggere un messaggio molto lungo tramite SMS. Se non riesci a condensare oltre il tuo messaggio, forse è ora di iniziare a pensare a una landing page: non solo ti darà più spazio per spiegare il tuo messaggio, ma potrà anche essere usata per scaricare e installare app e coupon.

Make landing pages mobile friendly

Se ti sembra normale buon senso, sappi che ho perso il conto del numero di link ricevuti su dispositivi mobili (email, SMS e push) che rimandano a landing page che non funzionano su tali dispositivi. È una disattenzione stupida figlia del disinteresse, e può costarti diversi clienti. Oggi è molto semplice creare landing page ottimizzate per dispositivi mobili: quando crei una campagna, assicurati che queste pagine siano responsive e funzionino anche su smartphone e tablet. Se la tua campagna usa gli SMS come canale primario, questo aspetto diventa ancora più importante. Se cerchi aiuto sulla creazione di una landing page o la sua ottimizzazione per utenti mobili, dai un'occhiata al blog di Unbounce: contiene tutte le informazioni necessarie per iniziare.

Scegli il momento giusto

Decidere quando e quanto spesso inviare messaggi non è semplice. Oltre a consentire alle persone di scegliere, in alcuni Paesi è vietato inviare i messaggi di notte o nei weekend. Una corretta pianificazione diventa quindi ancora più importante. Non c'è una regola fissa per determinare quanto spesso inviare messaggi (una volta al giorno? Qualche volta a settimana? Di più? Di meno?). Quello che sappiamo è che se invii troppi messaggi, i destinatari saranno infastiditi e annulleranno l'iscrizione. Se ne invii troppo pochi, potrebbero invece dimenticarsi di te tra un messaggio e l'altro (forse il male minore). Il modo migliore per scoprirlo è pensare a quanto spesso le informazioni che invii si riveleranno utili. Se invii un coupon settimanale ai tuoi clienti più fedeli, allora una volta a settimana è probabilmente una buona idea. Se vuoi far sapere agli iscritti di una svendita o un'offerta last minute, allora puoi aumentare la frequenza, ma non dimenticare di misurare il tasso di annullamento delle iscrizioni quando aumenti il numero di SMS inviati. Ogni pubblico risponde meglio a un certo numero: tutto ciò che devi fare è assicurarti di cercarlo.

Se hai un'offerta o un coupon soggetti a scadenza, assicurati di fare in modo che i destinatari lo ricevano in tempo per agire. Se invii un'offerta per pranzo dopo mezzogiorno, probabilmente non riscuoterai un grande successo. Ma se la invii alle 11:00 o alle 11:30, potresti cogliere il pubblico in flagrante mentre pensava "Dove posso andare a pranzo...". Nel marketing, le tempistiche sono fondamentali. Devi trovare il momento in cui l'audience è più ricettiva e più soggetta a fare un acquisto.

E già che siamo in tema, ci teniamo a ricordarti che nel mondo sono presenti diverse regolamentazioni. In Paesi come Francia e India non puoi inviare messaggi commerciali (neanche se hai il consenso dei destinatari) dalla sera alla mattina. Questi Paesi lo hanno esplicitato con normative apposite, ma evitare di inviare messaggi nel cuore della notte o la mattina presto è una questione di buon senso: nessuno vuole essere svegliato dalla vibrazione del telefono, e se il messaggio colpevole è un messaggio di marketing potresti perdere un cliente (se sei fortunato) o essere segnalato come spammer (se non lo sei).

Aiuta il pubblico ad annullare l'iscrizione

Nessuno vuole vedere potenziali clienti annullare l'iscrizione all'elenco, ma dobbiamo affrontare i fatti: a volte le persone non vogliono più ricevere messaggi. Assicurati di includere le informazioni per annullare l'iscrizione in ogni messaggio, così che sia possibile farlo in un solo tocco o clic. Rendendo l'annullamento così semplice, i destinatari sanno di poterne uscire, tanto da voler quindi rimanere (sembrerà irrazionale, ma è davvero così). Arriva persino a chiedere agli iscritti (specialmente a quelli che non aprono o non rispondono ai messaggi) se vogliono continuare a ricevere i tuoi SMS. Alcuni sceglieranno di non farlo. Ottima notizia! Quello che hai perso è un messaggio per cui avresti pagato e un iscritto a cui la tua offerta non interessava comunque. Per quanto sembri assurdo, è una realtà: se gli iscritti hanno l'impressione che annullare l'iscrizione sia semplice, saranno più felici di non farlo.

Misura i tuoi successi

Nel mondo della produttività, molti indicano la scelta di obiettivi S.M.A.R.T. come una delle chiavi del successo. S.M.A.R.T. stan per Specific Measurable Achievable Realistic e Tangible. Fai caso alla seconda parola, Measurable (misurabile). Per un marketing SMS di successo, è fondamentale poter misurare ogni sfaccettatura della tua campagna. Dal numero di messaggi non inviati al tasso di apertura e clic all'azione, se non conosci il quadro complessivo non puoi comprendere appieno la tua campagna, né sapere se è o no un successo.

La tua piattaforma e il tuo partner SMS devono avere strumenti di creazione di report e metriche solide per consentirti di gestire e ottimizzare al meglio le tue campagne.

Altre risorse

Per saperne di più sulle best practice per il marketing mobile e tramite SMS, potresti essere interessato anche a queste risorse:

Nel prosieguo della serie

Alcune persone credono che l'email sia morta, e che nessun responsabile del marketing utilizzerebbe le email per una campagna seria. Queste persone si sbagliano. La sua importanza come strumento di collaborazione si riduce, ma l'email resta uno strumento di marketing molto potente. Nel prossimo capitolo della nostra serie parleremo del marketing via email come sfaccettatura del marketing omnicanale. Ci sono già moltissime risorse che parlano del marketing via email, e ne raccomanderemo alcune noi stessi nell'articolo, ma spesso queste risorse trascurano il modo in cui l'email si inserisce nel quadro complessivo dei canali di comunicazione per realizzare una campagna di marketing omnicanale completa. Alla prossima!

Porta il tuo marketing sms al livello successivo

Inizia la prova gratuita